|

Pazienti a cui è indirizzato Lymphease

Lymphease è un dispositivo creato appositamente per il trattamento domiciliare del linfedema secondario all'intervento di mastectomia.

Il linfedema, o stasi linfatica, è una condizione patologica che può avere diverse cause.


  • Può essere dovuto ad una ridotta funzionalità congenita dell'apparato linfatico (Linfedema primario).
  • Può essere determinato da obliterazioni di natura infettiva dei vasi linfatici.
  • Può originare a seguito di traumi ed interventi chirurgici che danneggiano alcuni tratti della rete linfatica, come nel caso di mastectomia nel trattamento del tumore mammario, in cui i linfonodi ascellari vengono asportati se invasi da cellule tumorali metastatiche (Linfedema secondario).

Alla mancante funzione linfatica segue l'accumulo di liquidi (edema) nei tessuti che, non potendo essere correttamente rimossi, determinano il rigonfiamento tessutale, con dolore e perdita di funzionalità.

La stasi di liquidi può progredire nella deposizione di proteine all'interno dei tessuti con formazione di aree fibrotiche.


Se non viene facilitato il riassorbimento dei liquidi attraverso il drenaggio linfatico, i tessuti possono subire deformazioni anatomiche caratterizzate da gonfiore e risultare infine nella condizione fibrotica.


Secondo uno studio epidemiologico, promosso dalla Società Italiana di Linfangiologia, nel nostro paese si registrano ogni anno circa 40.000 nuovi casi di linfedema, di cui il 15% evolve verso le forme più avanzate.


Il sesso femminile è quello più colpito, con incidenza più elevata nella terza decade di vita. Il linfedema rappresenta una condizione altamente disabilitante per numerose pazienti ed il suo trattamento è generalmente rivolto al contenimento dei sintomi, dal momento in cui non esiste ad oggi una cura risolutiva.